Stampa Email

DETRAZIONE FISCALE RIFACIMENTO BAGNO 

Vuoi ristrutturare il tuo bagno e recuperare in parte i costi?

PUOI FARLO usufruendo di una detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute entro il limite di 96000 euro.

ristrutturazione-bagno-detrazione-fiscale 

La realizzazione ed il rifacimento dei servizi igienici (rifacimento bagno) rientra fra quegli interventi di manutenzione straordinaria degli immobili che gode del regime di detrazione fiscale del 50%.

Qualsiasi intervento di rifacimento del bagno finalizzato ad una miglioria generale (ad esempio il rifacimento di tutta la parte idraulica) consente la detrazione fiscale delle spese di ristrutturazione e di acquisto di elementi quali sanitari, box doccia, docce in muratura, pavimenti, rivestimenti e arredo bagno.

 COME SI OTTIENE LA DETRAZIONE FISCALE?

Oltre ai documenti di riconoscimento del proprietario dell'immobile, è necessario compilare gli appositi moduli predisposti dall'Agenzia delle Entrate (vedi la guida) e la copia del titolo edilizio rilasciato (permesso di costruire) o presentato in Comune (DIA, SCIA).

COSA ACCADE SE IL RIFACIMENTO NON TERMINA ENTRO IL 2018?

La Manovra finanziaria 2019 prevede una proroga delle detrazioni fiscali del 50% fino al 31 dicembre 2019.

In caso di approvazione in via definitiva del testo della Legge di Bilancio 2019, resterebbe invariata la detrazione fiscale del 50%.

In caso contrario, si potrebbe comunque usufruire di detrazioni fiscali ma nella misura del 36% fino ad una soglia massima di spesa di 36000 euro per ogni unità immobiliare (secondo quanto stabilito dal TUIR 917/86).

 

 

Visite: 1049

Questo sito web usa i cookies. Usa i cookies per gestire alcune funzionalità, quali navigazione, autenticazione, commenti, etc. Utilizzando il nostro sito web, accetti l'utilizzo dei cookies.